Portiamo la persona al centro.
Nel sud come nel nord per un mondo senza periferie.

Kick off meeting Mozambico 

bandieraridim

Sono state le prestigiose sale del Mo.Ca di via Moretto, ad ospitare la presentazione di due nuovi e importanti progetti che la cooperazione internazionale targata Brescia sta avviando in Mozambico. Fruitful Cooperation e CAREvolution, due progetti finanziati dall’AICS (l’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo), prenderanno il via oggi per occuparsi, per tre anni, di filiere delle frutta inclusive e innovative e di pratiche avanzate e migliorate dei servizi della salute comunitaria, nei distretti di Morrumbene e di Homoine, nella Provincia di Inhambane, dove le Ong bresciane operano da tempo.

Due progetti distinti, che vedono alla guida da un lato SCAIP e SVI (Fruitful Cooperation), e dall’altro MMI e MLFM (CAREvolution), ma che agiranno uniti, attivando importanti sinergie :
“sicuramente il fatto che questi due progetti si realizzeranno in zone geograficamente simili ci permetterà di non perdere l’approccio integrato che, come Ong bresciane, stiamo attivando da anni e non vogliamo perdere [..] Si creeranno sinergie anche in termini di gestione, con una sede comune, seguendo l’esempio di quanto fatto a Brescia […], inoltre ci rivolgiamo ad un bacino di beneficiari analoghi, per cui potremo offrire alla popolazione una migliore accesso ai servizi sanitari e allo stesso tempo opportunità per migliorare le proprie condizioni economiche” (Bruno Comini, Rappresentante Paese).

Una sfida così grande, non può che contare su partner importanti,  presenti alla presentazione dei progetti: COMUNE di BRESCIA, COMUNE di MILANO, Università degli studi di Brescia (UNIBS), FONDAZIONE MUSEKE, LEGACOOP Emilia Romagna e Coop. Agricola SAN LIDANO.