Mozambico

Le attività del progetto si realizzano nei distretti di Morrumbene, Homoine e Inharrime (Inhambane), caratterizzati da un’economia basata al 91% (dati DPA 2016) su agricoltura di sussistenza. Caratteristiche comuni sono la bassa produttività, dovuta a scarse competenze e difficoltà ad accedere agli strumenti e input per l’agricoltura, il mancato accesso al mercato e la dispersione sul territorio dei produttori (1,9 ha/famiglia, dati SDAE - Morrumbene 2016). Le aree costiere dei distretti sono caratterizzate da una frutticoltura con picchi di produzione stagionale cui fa seguito la difficoltà della conservazione del prodotto e il successivo crollo della produzione, e del reddito, nei mesi successivi. Nelle zone dell’entroterra, invece, la presenza di terreni aridi e arenosi non permette lo sviluppo della frutticoltura ma solo dell’anacardio. Quest’ultimo, coltivato da piccoli produttori (10-15 piante/famiglia), è nella quasi totalità colpito da oidio che inibisce la produzione; i trattamenti chimici sono messi a disposizione gratuitamente dall’ente INCAJU, ma, dato che le colture sono in aree remote, per gli agricoltori non è possibile accedervi. In questo contesto le donne sono particolarmente penalizzate: pur essendo parte dell’attività agricola/frutticoltura non hanno un ruolo decisionale nelle attività economiche familiari, né controllo dei guadagni ottenuti dal proprio lavoro (dati dello studio di UP, 2017 cit.).

NO ONE OUT ha pertanto deciso di intervenire con un progetto di sviluppo rurale che coinvolge centinaia di produttori di frutta e il mondo delle cooperative con un focus sulla figura della donna.

Località

  • Aree rurali dei Distretti di Morrumbene, Homoine e Inharrime, Mozambico

Capofila per NOO:

  • SCAIP  – Servizio Collaborazione Assistenza Internazionale Piamartino Onlus (NOO)

Partner:

  • SVI - Servizio Volontario Internazionale (NOO)
  • LegaCoop Emilia Romagna
  • Comune di Milano      
  • San Lidano Società Cooperativa Agricola srl
  • Dipartimento di Medicina Molecolare e traslazionale dell’Università degli Studi di Brescia – AgroFood Lab
  • TechnoServe - Business solutions to poverty
  • Associação Moçambicana pela Promoção do Cooperativismo Moderno - AMPCM  

Controparti locali

  • Direcção Provincial de Agricultura de Inhambane - DPA
  • Delegação Provincial do Instituto de Fomento de Cajú de Inhambane - INCAJU
  • Kuvanga Cooperativa de Agro-processamento  

Durata

  • 36 mesi
  • Inizio Maggio 2018

Finanziatori

  • AICS – Agenzia Italiana per la Cooperazione allo sviluppo

Beneficiari

Diretti

7.798 persone, di cui:

- n. 900 (<18 anni)

- n. 2.415 (18-34 anni)

- n. 4.483 (>35 anni)

Indiretti

  • 43.000 persone

Risorse umane

  • 2 espatriati, 29 operatori locali

Obiettivo generale

  • Contribuire alla riduzione della povertà e della vulnerabilità economica al fine di raggiungere una crescita inclusiva nella Provincia di Inhambane.

Obiettivo specifico

  • Inclusione economica delle famiglie contadine, con focus sull’empowerment socio-economico delle donne, attraverso l'accesso alle catene di valore aggiunto delle produzioni agricole nei Distretti di Morrumbene, Homoine e Inharrime.

Risultati attesi

  • Sviluppata la capacità produttiva della filiera dell'anacardio
  • Ottimizzata la produzione e l'essiccazione di ananas, cocco e mango
  • Attivata una cooperativa agricola che fornisce servizi di acquisto, trasformazione e commercializzazione dei prodotti delle filiere locali
  • Sensibilizzata la popolazione in Italia e realizzata la disseminazione dei risultati in Mozambico sulle tematiche del cooperativismo e dell’inclusione economica